Rilevazioni Gas Radon


Rilevazioni Gas Radon
“RILEVAZIONE GAS RADON” Il radon proveniente dal decadimento dell’uranio, presente in alcuni pozzi profondi, che forniscono acqua potabile nei terreni e nei materiali di costruzione di origine vulcanica, come il tufo e i graniti, entra nelle costruzioni attraverso le crepe in fondazioni e negli scantinati. L’esposizione a livelli elevati di radon accresce il rischio di contrarre malattie respiratorie (tra queste il cancro polmonare).
Per l’individuazione del radon occorre un’accurata analisi, eseguita con un opportuno rilevatore, da parte di operatori esperti, capaci di valutare la presenza e la concentrazione del radon all’interno degli edifici. Le autorità europee raccomandano di non superare il valore di 200 Bq/mc. per le abitazioni costruite a partire dal 1990 ed un valore di 400 Bq/mc per le abitazioni costruite prima del 1990.

Inoltre, il D.L. 241 del 2000 prevede che tutte le attività commerciali debbano accertare e valutare la presenza di radiazioni provenienti dal fondo naturale nei luoghi di lavoro. La soglia di esposizione al radon nei luoghi di lavoro è fissata nella misura di 500 Bq/mc nei luoghi di lavoro è fissata nella misura di 500 Bq/mc.
Aggiungi a preferiti

Iscrizione MailingList:
Ti terremo sempre informato.

UserID:
Password:

Home
Studio Arch. Enzo Gulli

92013 Menfi (Ag)
Via Ognibene, 101/b
Tel./fax: 092574283 - 092573409
email:enzgulli@tin.it
 
  Partita IVA: xxxxxxxxxx

Servizi & Consulenze | Lavori & Progetti | Dove siamo | Contatti |
Concept & design by www.comunicas.it